mercoledì 1 luglio 2009

TREGUA 2

Ecco, il nostro amato Presidente della Repubblica chieda al governo, per fare la sua parte nell'attuazione della tregua da lui stesso sollecitata, di sospendere il voto al Senato sul cosiddetto "pacchetto sicurezza", almeno fino alla fine del G8: coerenza Presidente, la tregua non può essere unilaterale!

14 commenti:

  1. Ma serve a quello la tregua ;)

    RispondiElimina
  2. @Gio
    Sempre più laconica, presto criptica :-D

    RispondiElimina
  3. Penso che Napolitano chieda una tregua solo per non far scivolare l'Italia ancor di più nel baratro del becero in cui si è infilata da tempo. D'altronde, ritengo anche che il ruolo che ricopre non gli consenta altro, se non interventi del tutto generici.
    La mia speranza, invece, è che non firmi il Pacchetto Sicurezza per palese ed evidente incostituzionalità.
    Saluti

    RispondiElimina
  4. tregua sì, ma soprattutto che si tenga ben distante dall'apporre quella firma... si spera, in questo paese ci resta solo la speranza.
    baci

    RispondiElimina
  5. Ciao Vincenzo, credo che il commento laciato da Andreacamporese sia quello che mi trova d'accordo.
    Inutile sperare l'impossibile.


    Che meraviglia non dover andare a cercare gli occhiali :DD
    Grazie!
    LAra

    RispondiElimina
  6. @Andrea, Maria Rosaria, Lara
    Condividete la stessa speranza e la stessa risposta: scommetterei di no. Mi spiace darvi questa delusione ma il buon Napolitano firmerà, come ha fatto col lodo Alfano: sta nella sua biografia!

    RispondiElimina
  7. Vincenzo, dissento. Con stima ma dissento. E' vero sta scritto nella sua biografia, applica la Costituzione alla lettera, e forse non è un coraggioso. Se il pacchetto sicurezza non sarà palesemente anticostituzionale, lo è, ma parlo da un punto di vista formale, lo firmerà. Lascerà poi decidere alla Corte Costituzionale. Io capisco la tua critica e la tua vis polemica, ma non la condivido se non parzialmente. Se diamo contro anche al Presidente della Repubblica facciamo il gioco del governo, non lo dobbiamo logorare. Se ci pensi è l'ultima diga prima della barbarie. I distinguo legittimi che tu fai non valgono per la stragrande parte della popolazione, la massa è manichea, o lo adorano o lo odiano e se lo dovessero odiare il paese andrebbe ancora di più nelle mani di Berlu.

    RispondiElimina
  8. Commento di servizio: devo linkarti nei miei contatti, preferisci apparire come Vincenzo Cucinotta, come Sito dell'ideologia verde, in altro modo?
    Attendo tue disposizioni prima di procedere.
    ciao.

    RispondiElimina
  9. Ti lascio una mia vecchia battuta per ringraziarti del tuo commento:

    E' nata una nuova forza politica
    ECOLOGIA COMUNISTA
    il partito della felce e mirtillo

    ciao mircomirco

    RispondiElimina
  10. @Silvano
    Innanzitutto, grazie del link: in genere compaio come "sito dell'ideologia verde", ma ovviamente tu regolati come preferisci.
    Inoltre, volevo confermarti che non mi aspetto certo consenso da tutti quelli che mi visitano. Sarei perfino portato a dire che i dissensi sono anche più stimolanti, naturalmente quando sono posti col dovuto garbo e senza insulti.
    Nel merito, sono costretto a confermare la mia opinione. Da anni ormai ho un dissenso con uno dei miei più cari amici, che seguita a dire che B. è un problema di portata eccezionale, e che bisogna sostenere in ogni caso l'opposizione che conta,e che infine coincide col PD.
    Ora scusami, ma mi pare che tu dica la stessa cosa, riferendola piuttosto al presidente della Repubblica, che sarebbe l'ultimo baluardo contro la barbarie.
    Ora, ad entrambi, vorrei ricordare che io professionalmente sono uno sperimentatore. Dopo sedici di presenza di B. in politica, dopo che gli italiani per ben due volte l'hanno bocciato, non mi si può venire a dire che il PD e i partiti da cui è sorto rappresentano una seria opposizione a B.
    Abbiamo lungamente provato, ora del PD non sappiamo che farcene, anzi distruggiamolo per creare quello spazio politico di opposizione che oggi è usurpato dal PD.
    Questa lunga premessa che probabilmente neanche ti riguarda, per dire che con Napolitano il problema mi pare simile: dagli atti politici che citavo nel post precedente, mi pare che abbiamo la prova provata che qui di baluardo verso il peggio non ne abbiamo proprio avuto: dobbiamo credere per fede che lo sarà in futuro? Questo non mi si può chiedere onestamente. Il punto infine mi pare stia nel credere che il peggio stia davanti a noi, un atteggiamento in fondo di paura. Per me invece, il peggio è già il presente, già B. è riuscito a creare con le sue TV, il suo governo, la sua maggioranza ottenuta con una legge elettorale iniqua e incomprensibile, una democrazia fittizia, come dire che un colpo di stato tacito si è già compiuto, non c'è nulla di davvero di peggio che ci possa accadere. Dunque, non aspetto fiducioso protezione da qualcuno, ma piuttosto chiedo il conto a chi, avendo questo dovere, non vi ha fatto fronte con la dovuta energia ed efficacia.

    RispondiElimina
  11. @Mirco
    Certo che me la sono meritata, dato il titolo del mio blog :)

    RispondiElimina
  12. le tue analisi sono precise e puntuali, non posso che leggere e annuire

    RispondiElimina
  13. @Zefirina
    Almeno tu non mi prendi per un estremista fuori dalla realtà! Ciao!

    RispondiElimina