mercoledì 1 luglio 2009

LO ZAPPING DI FORBICE

Un post meno politico, tanto per alleggerire il blog, ma neanche tanto eh!

Non so se qualcuno di voi ha mai ascoltato su Radiouno una rubrica che va in onda poco prima delle venti, e che si chiama “Zapping”, condotta da un certo Forbice, sedicente giornalista. Essa consiste nel mandare in onda delle telefonate di radioascoltatori, seguite da commenti da parte di alcuni invitati.

Innanzitutto, per chiarire alcuni aspetti di contorno, va detto che gli invitati sono sempre gli stessi a rotazione, presunti intellettuali a vario titolo, anche se qualcuno gode anche della mia stima.

Io ritengo questa trasmissione allucinante. Ciò che risulta più allucinante di tutto è il modo di conduzione di questo Forbice. Prima di tutto, egli ha una specie di tic, suppongo, continua a fare un suono, una specie di uhm, quando parlano gli ascoltatori, perché quando parlano gli ospiti, questo tic scompare. Già qui potete cogliere una prima caratteristica del nostro: egli discrimina perfettamente tra ospite ed ascoltatore, riservando al primo il giusto rispetto, mentre gli ascoltatori non sembrano meritarlo: egli, mentre l’ascoltatore sta manifestando la sua opinione, non si pone problema ad interromperlo con un commento tranchant e definitivo, niente replica, nulla di nulla, censura e sbeffeggia senza alcuna sensibilità del suo ruolo di conduttore. Tra l’altro, per completarvi il quadro della situazione, il suo intervento censorio appare del tutto discrezionale. A volte, mi pare che alcuni ascoltatori siano più argomentativi di alcuni degli ospiti, e in ogni caso nessuno mi pare meritare un atteggiamento così sprezzante da un tizio (il Forbice) che non mi pare davvero né così preparato né così perspicace.

La cosa che a me appare più comico è il masochismo di questi ascoltatori che, non capisco perché, continuano a telefonare (immagino facciano anche la fila), ma addirittura c’è qualcuno che si spinge a fargli i propri complimenti, ringraziandolo, udite udite, di avere la possibilità in una trasmissione così democratica (sic!) di far sentire la loro opinione…!!!

La ciliegina sulla torta è che egli è un evidente fan del B. e questo probabilmente chiarisce tante cose!

32 commenti:

  1. Trasmissione che mi guardo bene dal seguire, ma che ho avuto modo di ascoltare più di una volta.
    Il Forbice, un nome un programma, è il classico tipo che con versi, commentini, risatine, sorrisini di sufficienza che non si vedono ma si intuiscono, decide chi è buono e chi è cattivo. Da come parla, da come gestisce la trasmissione lo visualizzo con la maglietta con su scritto I love (cuoricino) Silvio comprata anni fa durante una gita ad Arcore, e slavata per l'uso intenso. E' il classico tipo con l'aria saccente di chi sa, di chi ammicca sempre al potente di turno, di chi è più realista del re.
    Tu l'hai raccontato bene, ma volendo essere sintetici avresti potuto dire; un infame oppure, vedi tu, un servo, sempre prono, sempre piegato con un mezzosorriso falso, come una paresi sul volto.

    P.S. ti ho linkato, sito dell'ideologia verde.

    P.S. 2: cosa proponi al posto del PD. Il tuo discorso fila, ma l'alternativa?

    ciao.

    RispondiElimina
  2. Ne ho sentito parlare. Penso che continuerò a non sentirla...

    RispondiElimina
  3. non l'ho mai sentita (soprattutto a quell'ora mi rimane difficile) ma ora mi hai incuriosito..... penso che una di queste sere ....... :-)

    RispondiElimina
  4. Sono proprio contenta di non guardare la televisione.
    Leggendo il tuo post, sono convinta che il Forbice sarebbe un altro pronto a farmi venire
    l'ulcera :(
    Ciao Vincenzo,
    Lara

    RispondiElimina
  5. Questa mezza cartuccia ha anche una pagina su wikipedia.
    Voi magari penserete che l'abbia scritta egli stesso,
    e invece sembrar di no, vi consiglio di leggere
    "il collage decontestualizzato di citazioni",
    e le numerose campagne sulla Fuffa...
    così,
    giusto per farvi due risate....(amare?)
    Saluti
    Gigi

    RispondiElimina
  6. Ho ascoltato Radiouno due volte in vita mia per ascoltare un programma condotto da Costanzo (Eh si!).
    La prima volta per ascoltare l'intervento radiofonico di un amico, la seconda per ascoltare la lettura di alcuni miei versi...
    Posto che hanno cambiato giorno della trasmissione, senza avvertire i "poeti"(leggevano quattro poesie) e questo solo perchè siamo pinco pallini!
    Posto che tra tutte le puntate "la mia" non si sente perchè caricata in ram non compatibile (Ma sorò una sfigata io!?!?Auahahahah)..
    Posto tutto questo..che c'entra poco quanto nulla ma volevo dirlo..chiedo ma CHI E' STO FORBICE? AHAHAHAH :D
    Da quanto dici non mi dispererò e tormenterò nel continuare ad ignorarlo!

    RispondiElimina
  7. Correzione.
    Sarò! Non sorò.
    E sono alla frutta!

    RispondiElimina
  8. @Silvano
    Grazie per i dettagli che citi su Forbice, e che ne illustrano chiaramente la figura per chi non ha avuto il dispiacere di imbattersi in lui e nella sua scxadente trasmissione.
    Per quanto riguarda invece il discorso politico iniziato nel precedente post, è evidente che una forza di opposizione adeguata non c'è, e va tutta costruita. Secondo me, la dissoluzione, improvvisa o graduale del PD (meglio improvvisa) migliorerà il quadro perchè servirà a fare quella chiarezza che oggi manca. Anche quelli come il mio amico che continuano ad appoggiarlo perchè esso è l'unica forza numericamente consistente, quando diverrà meno forte, dovranno infine convenire che bisogna fare altro e che lo possiamo fare anche da noi, partendo da zero.
    Per quanto mi riguarda, in un recente post, ho proposto di creare un'associazione culturale di insegnanti, magari potresti leggerlo. Non ho formule miracolose pwerchè oggi solo gente come B. con i suoi capitali puà progettare qualcosa che possa subito incidere. Partire dalle forze politiche esistenti mi pare che non si possa proprio: non è quello che vorremmo, ma non possiamo tanto più negare la triste realtà.

    RispondiElimina
  9. @Daniele
    Non ti perdi nulla, tranne forse di constatare questo desiderio un po' insano di fare sentire la propria voce, anche nelle condizioni peggiori per il clima di ostilità che il Forbice crea.

    RispondiElimina
  10. @Bruno
    Fortuna che in radio non misurano l'audience... :-D

    RispondiElimina
  11. @Lara
    Comunque, non si tratta di TV, è la radio, che in realtà ha ancora trasmisisoni che si possono seguire, tante su radiotre ad esempio :)

    RispondiElimina
  12. @Gigi
    Per ora questa voce di Wikipedia me la risparmio, sopravviverò lo stesso :-D
    Comunque, non è necessario che la inserisca da sè, basta avere un siodale che la inserisce ala suo posto, non è poi così complicato, no?

    RispondiElimina
  13. @Guernica
    Ti dirò: stai tranquilla, sopravviverai anche ignorandolo, anzi forse vivrai anche meglio :-D

    RispondiElimina
  14. Su Radio24 (ore 19.00) c'è una trasmissione simile, si chiama "La Zanzara" condotta da Giuseppe Cruciani, ex penna de "Il Foglio" se non sbaglio.
    Usa metodi simili.
    Quando chiama un radioascoltatore di sinistra lo uccide verbalmente.

    RispondiElimina
  15. A me capita di ascoltarla ( a pezzi) quando torno a casa in macchina, ed ho avuto esattamente le tue impressioni, ma mi dicevo.. boh? sarò io un po' prevenuto? e mi sono fatto le stesse domande sul perchè continuassero a chiamarlo.. bene, vedo che non ero solo allora. la cosa mi conforta. Mi conforta un po' meno che questo sparasentenze sia molto seguito ed abbia un pubblico! Bah....
    ciao

    RispondiElimina
  16. Ero passato anche ieri ed avevo lasciato un commentino niente male di sette-otto righe. Misteriosamente è sparito. Oppure non m'è riuscito postarlo. Quien sabe?
    A prescindere come direbbe il mio carissimo Totò, il fatto stesso di essere un fan di B.
    spiega proprio tutto.
    Per mia fortuna mai ascoltato.

    RispondiElimina
  17. Lo seguivo, un tempo il programma e anche lui sembrava obiettivo, con una certa propensione per il centro sinistra, poi piano piano il forbice ha fatto un sacco della quaglia mostruoso e ora si capisce bene per chi propende.

    RispondiElimina
  18. @Gio
    Grazie della segnalazione. Secondo me, fare una specie di rassegna di alcuni programmi sedicenti di informazione sia un servizio utile a tanti.

    RispondiElimina
  19. @Fabio
    Tanto per constatare come i nostri punti di vista coincidano, anche a me capita di ascoltarlo in macchina :)

    RispondiElimina
  20. @Aldo
    Mi dispiace molto, non mi era mai capitato: ti assicuro che io non ne so nulla, tutto è avvenuto senza che io avessi la possibilità di acorgermene. Comunque, non dargli questo dispiacere al Forbice eh :-D

    RispondiElimina
  21. @Pietro
    Questo non lo sapevo. Mi pare che ciò ne peggiori ulteriormente il profilo: un voltagabbana insomma, non c'è nulla da aggiungere.

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. ormai sono sintonizzata solo su radio tre, e per fortuna, mi par di capire!
    bacio

    RispondiElimina
  24. @Maria Rosaria
    Credo di sì, del resto io faccio lo stesso: non potrei suggerirti di meglio!

    RispondiElimina
  25. Ma avuto l'occasione e grazie a questa tua splendida pubblicità credo che non mi farò nemmeno tentare! Fan del B.... puah!

    RispondiElimina
  26. @Angelo
    Sai, sono convinto che questi gaglioffi si facciano i fatti loro pensando di non mostrare tutta la loro partigianeria: sui blog è possibile sputtanarli (scusa il vocabolo)

    RispondiElimina
  27. L'ho ascoltato due/tre volte in auto e ne ho avuto abbastanza. Poi l'ho "tagliato". Scissor servant.

    RispondiElimina
  28. @Lucien
    Peccato che tra gli ospiti figurino anche persone rispettabili: non capisco perchè si prestino, ma forse è la stessa sindrome di "Porta a porta", il desiderio di mostrarsi è troppo forte.

    RispondiElimina
  29. "La furia di Forbice è prevedibile come l’arrivo di un temporale: mentre va la telefonata, nel microfono aperto si cominciano a sentire gli sbuffi, poi il tambureggiare della penna sul tavolo, poi continui mugolii di disapprovazione, le prime repliche, infine la brusca interruzione della chiamata a cui seguono, di solito, commenti acidi su chi è appena stato sbattuto fuori." (commento di un altro blog) non sei il solo a pensarla così ...evidentemente, ma ti ringrazio dell'avviso, penso di non ascoltarlo Mai,neanche per sbaglio (e mai ascoltato prima)
    Pero' fai bene caso, anche alla Tv accade la stessa identica cosa (chiaramente quando i temi sono scottanti), è una tecnica di .....disinformazione (che però non sfugge a chi sa vedere ed ascoltare)!
    Complimenti per il post
    Ornella

    RispondiElimina
  30. @Ornella
    Grazie per i complimenti e per gli ulteriori dettagli che riporti :)

    RispondiElimina
  31. La televisione non è un esempio da ammirare per molti aspetti! Non ho mai visto la trasmissione perchè a quell'ora non sono in casa, comunque cercherò di vederla in qualche modo, tanto per curiosità e vedere fino a che punto possa arrivare la gente. Ciao a presto =)

    RispondiElimina
  32. @Ela
    Grazie della visita, ma comunque si tratta di una trasmissione radio, di Radiouno della RAI :)

    RispondiElimina