venerdì 3 maggio 2013

POCHI, ODIATI E TUTTORA POTENTI MENTRE CHI VORREBBE OPPORSI SI E' PERSO LA BUSSOLA



Come sanno coloro che mi leggono più assiduamente, io non mi considero marxista. Tuttavia, devo ammettere che, pur rimanendo scettico sulla sua effettiva esistenza, il concetto di classe sociale era utile, almeno un compito lo svolgeva egregiamente, quello di creare schieramenti opposti, si capiva che ognuno doveva schierarsi, o da una parte o dall’altra.

Oggi, anche dopo avere seguito “Servizio pubblico” di Santoro di ieri, mi rendo conto che tanta confusione regna sotto il cielo, che tranne la comune opposizione alla continuazione della politica del rigore di ispirazione tedesca, le idee in positivo in comune siano pressoché inesistenti...


Ieri sera si andava da Travaglio che raccomandava scherzosamente a Letta di prolungare il suo soggiorno in Germania per apprendere da loro che hanno una situazione economica molto migliore della nostra, a Cofferati che voleva mantenere tutti i vincoli di bilancio europei puntando tutto sulla lotta all’evasione, a Santoro che ha paura che si parli di abbandono dell’euro come se da almeno tre anni non si parlasse soltanto di questo in Europa fosse anche per negarlo.

Stiamo ancora a raccontarci balle, diciamo la verità, come mostra emblematicamente Cofferati che apparentemente non si rende conto che fossero anche soldi degli evasori, e riuscissimo pure a scovarne per centinaia di miliardi, li sottraiamo comunque alla circolazione. Mi sembrano come coloro che, convinti di dire una grande verità, sostengono che invece di tassare, bisogna tagliare le spese statali. Ora, non è che le due cose siano da tutti i punti di vista equivalenti, ma dal punto di vista della liquidità disponibile, sì che sono perfettamente equivalenti, o li togli alle persone come tasse, o togli loro servizi ed essi s eli devono acquistare coi loro soldi, il risultato è assolutamente analogo, meno liquidità disponibile, meno possibilità di avere soldi da spendere. Coferati, credimi, bisogna combattere aspramente l’evasione fiscale per motivi innanzitutto di moralità pubblica, per potere asserire di vivere in un paese vcivile, per avere cittadini e non sudditi, ma per risolvere i problemi della crisi, questa lotta porta un contributo quasi nullo. A parte naturalmente che i buoi sono già da tempo fuggiti dalla stalla, non serve chiuderla adesso, i soldi sottratti al fisco stanno già chissà dove in giro per il mondo, in luoghi sicuri, ormai non rimane che tassare ciò che la gente4 usa per i consumi quotidiani, i grandi patrimoni non ci stanno più, l’ipotesi di una forte tassazione patrimoniale una tantum per ridurre sensibilmente il debito pubblico non si può più attuare, avete idea di quanti immobili già dall’autunno del 2011 i ricconi italiani hanno fatto shopping in giro per l’europa ed anche fuori di lì? Possibile che in questo paese non si riesce mai ad essere seri?

Poi, abbiamo Travaglio che credevo un po’ più sveglio. Allora, la politica economica della germania non è che sia sbagliata, è semplicemente folle. Ha lucrato sulla sua maggiore competitività in ambito europeo esportando merci ed importando capitali, anche imbrogliando sull’inflazione che era stata programmata al 2% annuo, e che in Germania è stata invece prossima all’1%. Furbi, direte voi, furbetti stupidelli, vi dico io, perché è chiaro che questa situazione a regime non tiene, e che presto, sostanzialmente già oggi, nessun paese europeo mediterraneo riuscirà ad importare merci dalla Germania: cosa farà dopo la germania? Insomma, distruggere la fonte dei tuoi guadagni non mi sembra una cosa così intelligente, cosa ne pensate voi? Sabelli è un uomo forse non molto simpatico, ma dice la verità, ormai oggi tutti si improvvisano economisti e sparano sciocchezze senza neanche contare fino a dieci.

E’ proprio quindi su un  vuoto di proposte dell’opposizione, qualunque cosa si intenda con questo, che il quadro politico tradizionale conserva sé stesso, è diventato in effetti debolissimo, la fortezza dietro cui si riparava è stata sbrecciata, l’esercito che lo assediava ha ormai la strada libera per entrare in città ed occuparla, ma non si mette d’accordo ancora sulla segnaletica stradale.

Nel frattempo, sostiene l’insostenibile, che cioè un governo fotocopia del precedente per composizione della maggioranza, è però differente. Questo è il compito che si è posto il PDL, tant’è che ieri sera nelal stessa trasmissione il fedele Sallusti, diceva che il governo è differente perchè invece di mettere l’IMU, la toglie, mentre nel frattempo Berlusconi non nasconde che vuole togliere l’IMU perché è la sua bandiera elettorale (mica perché pensi davvero che sia la cosa più urgente…).

Sì, al comando ci stanno ancora loro, pur se la città che governano non ha più muri di protezione. Le truppe che volevano conquistarla, si sono fermate indecise sul percorso da intraprendere per metterla sotto il loro comando, non manca il consenso popolare, manca la classe dirigente.

3 commenti:

  1. Vincenzo, all'ultima trasmissione di Santoro mi sono addormentato e mi sono svegliato a giusto per le vignette conclusive.. Ho letto con piacere la tua sintesi. In questi giorni ci è toccato sentire anche il Zanonato che riparla di nucleare, non riusciamo ad arrivare alla seconda puntata della fiction nel nostro paese. Sono d'accordo manca una classe dirigente, anche i nuovi arrivati grillini e giovani turchi del pd sembrano deludenti. Giorni addietro, un po' per disperazione ho scritto una molto particolare proposta sulla disoccupazione, ti passo l'ultima versione, gradirei una tua critica ciao - http://creapaneelavoro.blogspot.it/2013/05/liste-pubbliche-di-collocamento-e.html

    RispondiElimina
  2. La Germania non s'è scordata solo degli altri paesi ma pure dei suoi residenti. Nell'ultimo decennio s'è allungata l'età media ma s'è abbassata quella media sana. In Italia l'età prevista per iniziare ad ammalarsi è di 62 anni (71 nel 2004), in Germania è mediamente di 3/4 anni più bassa. Ci sono altri paesi europei con un'economia buona e il popolo trattato meglio (Svezia), invece si continua a prenderla come esempio. Mistero.

    RispondiElimina