domenica 28 giugno 2009

SEQUESTRO DEL PRESIDENTE IN HONDURAS

Alcune ore fa, durante lo svolgimento di un referendum di importanza storica per quel paese, un commando militare ha sequestrato il presidente dell'Honduras.
Qualche notizia in più al seguente link:

http://schiavieservi.blogspot.com/2009/06/news-honduras.html

6 commenti:

  1. Avevo letto più sotto il post del 26 giugno. Vedo che la situazione si é aggravata. Resta la mia amarezza per il disinteresse della comunità internazionale per le ragioni che ho già evidenziato nel mio commento precedente e che non mi dlungo a ripetere.

    Sono ore drammatiche per una popolazione abbandonata da tutti.

    RispondiElimina
  2. @Daniele
    Ti rispondo qui, anche per i commenti agli altri post. In realtà, i complimenti dovremmo farli entrambi a Catone, dal cui blog ho tratto entrambe le notizie sull'Honduras, che mi sono limitato a rilanciare. Credo che la bassa attenzione della stampa italiana verso la politica internazionale sia un sintomo di provincialismo e della ristrettezza della stessa cultura italiana contemporanea.
    Grazie per le gentili parole che mi hai rivolto.

    RispondiElimina
  3. Avevo sentito Vincenzo.
    Procedendo per fonti impervie, perchè oramai la tv non l'accendo più per niente.
    La nostra stampa e i media ignorano i fatti italiani, figurati quelli di altri popoli!
    E' l'era cosmopolita, ma noi invece ci chiudiamo tra le nostre quattro mura...

    RispondiElimina
  4. Come sempre Guernica, per scovare notizie di politica estera mi tocca cercare in internet e comprare l'Internazionale.

    RispondiElimina
  5. @Guernica
    Intanto, ti abbraccio perchè non accendi la TV: vorrei che tutti facessimo lo stesso.
    Per il resto, la prima cosa che colpisce confrontando un quotidiano britannico e italiano, è proprio questo: lo spazio dedicato alla politica internazionale. Sarà anche dovuto ai trscorsi di immmenso impero coloniale, ma guardare il mondo attorno a sè è un valore in sè.

    RispondiElimina
  6. @Gio
    Meno male che c'è internet: questi sono gli aspetti che più si apprezzano.

    RispondiElimina