domenica 3 febbraio 2013

UN ATTO D'AMORE A MIO MODO VERSO GIORGIO GABER


Sono un grande ammiratore di Giorgio Gaber, che considero un grande musicista, ma molto di più una grande mente, un pensatore di rara profondità ed originalità...
Soprattutto, la sua seconda fase, quando ha deciso di darsi al teatro, la trovo felicissima, ed anch’io ho avuto il piacere di assistere alle sue esibizioni, davvero un’esperienza indimenticabile.
Quando un autore dice qualcosa di davvero originale, sembra esprimere ciò che noi pensiamo da sempre ma per cui non avevamo ancora trovato le parole, e questa sensazione mi è spesso capitata ascoltando Gaber, tranne che in uno specifico caso, che però è importante, visto che è una delle canzoni più diffuse e che tra la’ltro molti citano.
In questa canzone egli dice “la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione”.
Ebbene, questa frase a me è sempre suonata male, un concetto che mi è sembrato sempre ostico, ma che ho sempre messo da parte, senza rifletterci abbastanza da capire cosa mi stonasse in essa.
Ora ce l’ho chiaro, secondo me qui Gaber fa confusione, una confusione credo abbastanza diffusa e che io trovo comunque grave, confonde insomma libertà con democrazia, è la democrazia a sostanziarsi nella partecipazione, non la libertà.
Forse i lettori più attenti tra voi sanno che io critico l’uso del tutto debordante del termine libertà in politica, trovo che un termine così generico che dietro esso e la sua nobiltà, si possono nascondere le peggiori nefandezze. Trovo invece molto specifico il termine “democrazia” il cui significato etimologico è “potere al popolo”, una forma specifica di governo quindi su cui si potrebbe evitare di equivocare.
In effetti, dal mio punto di vista, la netta demarcazione tra i significati di democrazia e libertà è un passo fondamentale, visto anche che esiste una teoria politica, quella in auge ai nostri giorni, il liberalismo, che richiama già nel suo nome il concetto così ambiguo di libertà. Io mi spingo fino al punto di ritenere addirittura contraddittorio il liberalismo con la democrazia, ma permettetemi di non approfondire qui questi aspetti.
Qui, volevo soltanto fare un atto d’amore verso Gaber, e volevo farlo proprio come si fa con le persone più care, accettandone i punti deboli, ricordando l’unico caso evidente di dissenso in cui mi permetto di bacchettarlo.

9 commenti:

  1. non so..a me è piaciuto il concetto nella sua stringatezza

    RispondiElimina
  2. Così, non ti convince la mia correzione, non credi anche tu che si partecipa in democrazia, che come cittadino, hai il diritto/dovere di dare il tuo contributo alla gestione delle cose comuni?
    Secndo me, libertà potrebbe essere arrampicarsi su un albero, come trascinarsi dietro una persona perchè la adori, perchè mai libertà dovrebbe coincidere con partecipazione?

    RispondiElimina
  3. Credo che Gaber abbia usato la parola libertà connessa proprio al concetto di democrazia, perchè è ovvio che solo in democrazia c'è la libertà di partecipazione! Tieni presente che quando si scrivono le canzoni occorre rispettare le regole della metrica e la parola " democrazia" è un plurisillabo troppo lungo, perciò ha aggirato l'ostacolo utilizzando la parola" libertà" per esprimere praticamente lo stesso concetto.

    RispondiElimina
  4. Ornella, ma altrettanto ovviamente, libertà di partecipare non significa che libertà equivalga a partecipare (sennò, ad esempio poichè qualcuno ha capacità di sintesi, allora capacità equivale a sintesi).
    I problemi di metrica ci sono senz'altro, ma non mi ridurre così male Gaber da costringerlo a questi magri compromessi, altrove ha saputo metterci le parole giuste senza sacrificare nè metrica nè altro.

    RispondiElimina
  5. Per me è come se il verbo "essere" utilizzato nella frase significasse "consentire" perciò è come se avesse detto " la libertà consente la partecipazione". Io ho sempre dato questa interpretazione a quei versi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e se poi invertiamo il soggetto col predicato nominale abbiamo" partecipazione è libertà", cioè nel partecipare metti in atto tutta la tua capacità d'esser libero.

      Elimina
  6. Simply desire to say your article is as astounding.

    The clearness in your post is simply nice and i can assume
    you are an expert on this subject. Fine with your
    permission allow me to grab your feed to keep updated with forthcoming post.

    Thanks a million and please keep up the rewarding work.


    My website; housekeeping service

    RispondiElimina
  7. Highly energetic post, I loved that bit. Will there be a part 2?



    Look into my web-site :: pokeronmap.com

    RispondiElimina
  8. Hi, i think that i saw you visited my blog thus i came to “return
    the favor”.I'm attempting to find things to enhance my website!I suppose its ok to use some of your ideas!!
    challenger

    My web blog - mont blanc

    RispondiElimina