mercoledì 18 dicembre 2013

FASCISTI PIU' O MENO PROBABILI

Non so chi sia fascista tra i protagonisti di questo evento, ma secondo voi, chi tra Simone Di Stefano, che ha tolto dall'asta la bandiera della UE, e il magistrato che lo ha condannato si è comportato da fascista? 
Duole doverlo constatare, ma apparentemente il potere ha smesso di ricordare la sua natura democratica, ed ormai difende con tutti i possibili mezzi repressivi l'ordine costituito, incluso un potere di fatto ma mai formalizzato.

3 commenti:

  1. Io la metterei in termini meno generici.
    Direi che la Magistratura è in gran parte asservita non tanto al "potere" in senso lato ma alla cosiddetta "sinistra", che, non dimentichiamolo, in Italia è in prevalenza massimalista nel senso di marxista-leninista.
    Quindi se Tizio, vestito di nero e incappucciato, devasta il centro di una città durante una manifestazione degli "antagonisti" nell'orbita della "sinistra" allora è un giovanotto un po' troppo esuberante ma tutto sommato da lodare in quanto nella linea della Resistenza, se Caio si appropria di una bandiera durante una manifestazione della "destra" deve essere punito con la massima severità secondo il motto di "colpirne uno per educarne cento", dal magistrato che viene anche lui lodato in quanto nella linea della Legalità e quindi necessariamente della Resistenza, dato che è una tautologia.

    Cosi come non si sa più niente dello scandalo Penati che vedeva coinvolti in un giro di tangenti e malaffare dirigenti del PCI-PD, le COOP, imprenditori, banche, aziende, milioni di soldi pubblici ma trasmettono le dirette in mondovisione del processo per il supposto giro di prostitute alle feste di Berlusconi, una cosa che, anche se fosse dimostrata, non ha fatto danno a nessuno.

    Si, c'è un "ordine costituito".
    Paradossalmente l'ordine è stato costituito dagli stessi che si proponevano e si propongono di abbattere la società borghese.

    RispondiElimina
  2. Eh Lorenzo, se pensi che uno come Penati ha mai avuto nella sua vita l'obiettivo di abbattere la società borghese, mi sa che avresti bisogno di una cura antiallucinatoria, ed anche urgente...!!!

    RispondiElimina
  3. Beata ingenuità. L'espressione "abbattere la società borghese" ha due significati:
    1. per i poveri pirla che vanno in manifestazione significa creare un mondo dove tutti gli uomini sono uguali, il sogno degli schiavi dai tempi di Gesu.
    2. per i proponenti della operazione si tratta invece di ridurre i poveri pirla e tutti gli altri in stato di schiavitù e di trovare posto nella elite dominante.
    Penati è il classico esempio di gerarca del Partito, dello stesso tipo che esisteva in Russia e che al disfacimento dell'Unione Sovietica si è prontamente trasformato in miliardario prendendo il controllo delle industrie, miniere, giacimenti di gas, eccetera.

    Comunque è irrilevante ai fini del topic in questione. Il punto è che il trattamento riservato dai media e in sede giudiziaria è MOLTO DIVERSO a seconda che Tizio appartenga alla "famigghia" della cosiddetta "sinistra" oppure no. Se sei della "famigghia" sei comunque e sempre nel giusto perché agisci nel nome del popolo, poi viene messo tutto a tacere, le indagini rallentano, gli eventuali reati vanno tranquillamente in prescrizione, eccetera. Se non sei della "famigghia", ti condannano immediatamente a mezzo stampa e poi si procede con un processo sommario e la severa immancabile condanna.

    Basta dire che Corona con svariate condanne in via definitiva è in galera e Penati no, nonostante a me Corona non abbia fatto alcun danno mentre Penati si.

    RispondiElimina